Bruce Chatwin - Anatomia dell’irrequietezza

Seguendo le tracce del grande viaggiatore e antropologo inglese, veniamo trasportati nei luoghi più svariati della terra, dalla Toscana alla Patagonia, dall’Africa al Galles, in un percorso di ricerca esistenziale e filosofica che delinea l’intera vita e la produzione letteraria di Chatwin. Autore di libri e taccuini di viaggio, da “Che ci faccio qui” a “Le Vie dei Canti” fino all’intramontabile “In Patagonia”,  l’autore inglese viaggia - e quindi scrive - per rispondere a un’unica grande domanda: perché l’Uomo soffre a stare fermo in un luogo e ha necessità di camminare, muoversi e spostarsi alla spasmodica ricerca di qualcosa?

L’alternativa nomadica a una vita sedentaria, fonte di frustrazione e insoddisfazione, permea questa opera postuma dello scrittore inglese, vergata su taccuini, carta intestata, cartoline e qualsiasi altro supporto cartaceo, a testimonianza di una vita passata in perpetuo movimento, nella spasmodica ricerca di un luogo dove stare o, meglio, dove “non so-stare”.


Dettagli Libro

Titolo: Anatomia dell’irrequietezza
Autore: Bruce Chatwin
Editore: Adelphi
Anno: 1996
Prezzo: 11,90 €